Teresa Maresca

 

Song of Myself


2019


Pagg. 96


ISBN 9788883367069
Euro 20,00

 

Catalogo mostra Acquaro Civico di Milano 3 aprile – 5 maggio 2019

 

F.to cm 22x28

Il libro raccoglie i testi critici più importanti ricevuti nel corso della carriera dell’artista, ed è questo che dà il titolo, raccolta personalissima intorno al lavoro di un pittore. Gli autori che nel tempo hanno seguito il suo lavoro sono filosofi, scrittori e poeti, oltre che critici. Maresca ha sempre dipinto temi inerenti al paesaggio, e il paesaggio è anche un ineludibile argomento di analisi da parte di saggisti e scrittori. Oltre ai dipinti recenti, Bagnanti in mezzo ai boschi americani di sequoie, e Piscine californiane di memoria cinematografica, nel libro trovano posto scritti sulla percezione della natura dei filosofi Sergio Givone, Carlo Sini, Ettore Canepa, Roberto Carifi; testi legati alla pittura, come quello della scrittrice Lalla Romano, o dei critici d’arte Paolo Biscottini e Roberto Sanesi; scritti sull’incanto delle piscine e degli acquari di Ken Shulman e di Leopoldo Carra; un dialogo teatrale, inedito, del premio Pulitzer nativo americano Navarre Scott Momaday; e per finire due poesie, di Maurizio Cucchi e Roberto Mussapi – tra i maggiori poeti italiani contemporanei, dedicate alle figure dei Bagnanti dei quadri di Teresa Maresca.

 

Teresa Maresca vive e lavora a Milano. La sua pittura, figurativa e visionaria, è stata accostata a maestri come Munch, Nolde, De Pisis, Carrà. I suoi temi sono i paesaggi, rivisti attraverso la memoria cinematografica, e le periferie industriali. Lavora principalmente per cicli pittorici. Ha esposto alla Biennale d’Arte di Venezia e presso enti museali, come la Galleria d’Arte Moderna di Genova, il Museo Diocesano di Milano, il Museo Marino Marini di Pistoia; ex-fabbriche, come la Falck di Sesto San Giovanni e i Musei dell’Industria e del Lavoro di Brescia.Da tempo lavora a un progetto di ricerca sulla rock-art del paleolitico superiore.