Roberto Mussapi

 

Villon


2019


Pagg. 72


ISBN 9788883366031
Euro 10,00

 

F.to cm 14x21

Villon è la prima opera di teatro scritta da Roberto Mussapi. Pubblicata per la prima volta nel 1989 è stata subito portata in scena. Anche questa nuova edizione sarà rappresentata al Teatro Due di Parma. La vicenda, raccontata in una prosa che ha il ritmo “poetico” della migliore tradizione teatrale, vede Villon imprigionato sottoterra in una buia galera in attesa dell’esecuzione. Una “voce” dialoga con lui e ad essa il protagonista narra le vicende della sua vita travagliata e, si potrebbe dire, un po’ borderline. Quella del 1400 è una Francia, o meglio una Parigi, tumultuosa: i tempi sono difficili e, come in tutti i momenti storici di crisi, ognuno pensa a sé, a prendersi tutto quello che gli riesce, a far baldoria appena possibile. È la filosofia del carpe diem. Villon, poeta maledetto e geniale, fa parte di questa umanità e, proprio per questo, nei suoi versi riesce a descrive con vivacità la vita del tempo.

 

Roberto Mussapi, nato a Cuneo nel 1952, vive a Milano. Poeta e drammaturgo, è anche autore di saggi, di traduzioni da autori classici e contemporanei e di opere narrative.

La sua opera poetica è stata raccolta nel volume Le poesie, prefazione di Wole Soyinka, saggio introduttivo di Yves Bonnefoy, a cura di Francesco Napoli (Ponte alle Grazie, 2014).

Tra i volumi recenti di poesia, La piuma del Simorgh, Mondadori, 2016, e nel 2017 Voci prima della scena. Monologhi in versi per questa casa editrice. È editorialista e critico teatrale di «Avvenire».

In questa sezione vi teniamo aggiornati sulle novità di STAMPA 2009.